Elide Cataldo Fotografa - Fotografo Professionista a Rovigo, Veneto Italia. Servizi fotografici per matrimoni, cerimonie, battesimi, cresime, eventi, aziende, still life.

abito dello sposo L'ABITO DELLO SPOSO

La scelta dell'abito in base al tono della cerimonia e al vestito di lei e l'abbinamento con gli accessori sono gli elementi indispensabili per stabilire il dress code maschile. Che, al contrario di quello femminile, è meno soggetto alla moda ma assai più rispettoso delle regole.
Un completo a due o a tre pezzi (con gilet), grigio scuro o blu, è la scelta classica: un vestito elegante riutilizzabile in molte occasioni.
L'abito bianco per lui è molto fashion ma adatto solo a chi lo sa indossare con vera disinvoltura.
La giacca sarà monopetto senza spacchi, le tasche a bustina e non a toppa. I pantaloni, rigorosamente senza risvolto, sono di moda piuttosto stretti ai fianchi. A seconda della stagione, il completo sarà in lana o in frescolana, più “audaci” i vestiti in raso di seta o nei nuovissimi tessuti tecnici spalmati di proteine della seta che danno l'effetto lucido.
Il tight è l'opzione più elegante, adatto a una cerimonia solenne che si svolga di mattina, con sposa in lungo e strascico. E' chiamato anche morning dress proprio perché non va indossato oltre le 18 (ma per gli inglesi più rigorosi non oltre le 16,30).
L'abito si compone di tre pezzi. La giacca grigio antracite o nera, segue i fianchi e ha un solo bottone. Corta davanti, mentre dietro si prolunga con due code che scendono fino al ginocchio.
I pantaloni sono grigi appena gessati, di taglio dritto e senza risvolto.
Il gilet, mono o doppiopetto, di solito è in raso grigio chiaro, anche se il colore tradizionale è beige tendente al giallo. Si indossa con camicia bianca e plastron o cravatta (vedi paragrafi camicie e cravatte) di seta grigi.
Da galateo, il tight richiederebbe guanti e cilindro che però non vanno indossati durante la cerimonia, ma tenuti in mano e appoggiati all'inginocchiatoio. La scelta del tight impegna i testimoni e i padri degli sposi a vestire lo stesso capo.
Il mezzo tight è simile, ma la giacca è senza code (e non richiede guanti e cilindro): perfetto per cerimonie eleganti ma meno sfarzose.
La camicia bianca in cotone o in popeline è sempre perfetta.
Con l'abito classico grigio o blu, però, si può giocare il ton sur ton, così chi ha voglia di rompere gli schemi indosserà camicie grigio antracite-quasi nero o blu che s'intonino con il colore del vestito.
Trasgressioni non concesse a chi ha scelto tight e mezzo tight: la camicia in questo caso deve essere bianca, in cotone, con polsini alla francese, da gemelli, e collo rigido inamidato con punte ripiegate.

Bouquet della sposaBOUQUET DELLA SPOSA

Care amiche future spose, la scelta del bouquet è fondamentale per completare il vostro look.
Posso dirvi una mia impressione a riguardo, relativamente alla resa fotografica.
A mio avviso ci sono alcuni piccoli trucchi o regolette da seguire:
- tenere conto dello stile che si vuole conferire a tutto il matrimonio;
- considerazioni sulla propria figura, altezza peso ecc..;
- stile e colore del vestito.
Credo che dal punto di vista fotografico il secondo punto sia il più importante. Mi è capitato di fotografare spose piccoline e minute che scomparivano dietro bouquet a cascata e bouquet bombòn che scomparivano tra le mani di spose dalla figura piuttosto imponente.